Festival Costituzione 2015 – Monica Guerritore

Monica GUERRITORE “Il diritto di Antigone e la legge di Creonte” di Gustavo Zagrebelsky Sabato 6 giugno – ore 19.45 Parco del Castello – ingresso libero – (in caso di maltempo Auditorium “Alla Fratta”) Nel mondo della tragedia greca poesia, filosofia e morale civica si fondono in una sacra rappresentazione, a cura della polis, cui tutta la cittadinanza è invitata, e come in un rituale mette a nudo nel modo più crudo i nodi irrisolti, le paure ancestrali e le passioni distruttive che agitano lo spirito pubblico, per rinnovarlo attraverso la visione del male. Qui la verità è nascosta in uno scontro di figure dell’umanità e ci aiuta a scoprirla interiormente. Così, scoperta, diventa nostra più di quanto possa qualunque discorso diretto. Monica GUERRITORE Esordisce nel 1974 a soli sedici anni sotto la regia di Giorgio Strehler ne Il giardino dei ciliegi. Nel cinema riscuote grande successo ne La lupa, Un giorno perfetto. Ma è nel teatro che Monica Guerritore trova costantemente la sua via, anche come interprete-regista e drammaturga di spettacoli di grandissimo successo come Giovanna d’Arco e Dall’Inferno all’Infinito e Mi chiedete di parlare un testo su Oriana Fallaci da lei scritto e interpretato, che conquista il Festival di Spoleto. Nel 2014 è stata presidente della Giuria dei Letterati del Premio Campiello.

play

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.