S.Laporte F.Rizzato E.T.Russo

Sara LaporteFrancesca RizzatoElena Tea Russo

La ricerca scientifica in Italia: promossa o bocciata?

Tre scienzate raccontano dall’interno alcune delle contraddizioni e dei problemi di tutela del mondo della ricerca scientifica italiana e internazionale. Nel contesto italiano, che vede un gran numero di ricercatori formati in Italia spostarsi a fare ricerca all’estero, un grosso problema è la scarsa capacità dell’Italia di attrarre ricercatori stranieri dovuta non solo a compensi poco competitivi rispetto ai paesi circostanti, ma anche alla lentezza del rinnovo dei permessi di soggiorno per i ricercatori extracomunitari. Inoltre, in un panorama lavorativo caratterizzato da una grande mobilità e da una lunga precarietà, spesso poco tutelate, lo squilibrio di genere resta molto forte.

RELATRICI:

Sara Laporte ha studiato fisica e matematica in Nuova Zelanda (Università di Auckland) per poi specializzarsi in fisica a Parigi (Università Pierre et Marie Curie), dove ha ottenuto il dottorato in fisica computazionale. Dal 2016 svolge attività di ricerca alla Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati (SISSA) di Trieste dove si occupa di modellizzare e simulare le proprietà ottiche delle molecole antocianine.

Francesca Rizzato dopo la in fisica a Padova ha conseguito il dottorato in biofisica computazionale alla Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati (SISSA-Trieste). Successivamente ha svolto attività di ricerca al laboratorio di fisica dell’Ecole Normale Supérieure (ENS) di Parigi e da poco è tornata a vivere a Trieste dove divide il suo tempo tra progetti di comunicazione e di ricerca scientifica.

Elena Tea Russo ha studiato fisica prima a Trieste e poi a Bologna, con una parentesi di studio all’estero presso l’università di Loughborough (UK). Dal 2016 è dottoranda in Bioinformatica alla Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati (SISSA-Trieste) dove si occupa di sviluppare algoritmi per l’analisi di sequenze genetiche. 

MODERATORE: 

Enrico M. Balli, direttore esecutivo di OggiScienza.