Katsiaryna Barysevich

Giornalista della testata indipendente tut.by si occupa di giornalismo da oltre 15 anni. Prima di iniziare la collaborazione con tut.by nel 2017, ha lavorato per “Evorpejskoe radio dlja Belarusi”, “Komsomolskaja pravda dlja Belarusi”. È una delle migliori croniste specializzate nei processi giudiziali, ha scritto molto sulle forze dell’ordine bielorusse. A novembre 2020 è stata arrestata con l’accusa di “divulgazione del segreto medico che ha comportato delle gravi conseguenze”. Il motivo dell’arresto era il suo articolo che rivelava che nel sangue di Raman Bandarenka, membro del movimento delle proteste pacifiche deceduto in seguito al pestaggio, non c’era alcol, mentre le autorità sostenevano il contrario.