Raffaele Milani

L’arte del paesaggio

Dove e quando nasce il valore attribuito al paesaggio come bene comune? Perché parliamo di tutela e conservazione sul piano delle norme? L’esperienza estetica del paesaggio costituisce uno dei  tratti fondamentali della sensibilità soprattutto contemporanea. Partendo dai concetti di natura, ambiente, territorio, si vuole mettere in evidenza il paesaggio come esempio di civiltà artistica e momento centrale della cultura umana, in una relazione tra le forme del’apparire, del fare, del sentire. Possiamo muovere così i nostri ragionamenti da una filosofia delle “forme viventi” o da una morfologia delle bellezze naturali.

 

RAFFAELE MILANI

Professore ordinario di Estetica presso il Dipartimento di Scienze dell’Educazione nell’ Università degli Studi di Bologna, Direttore del “Laboratorio di ricerca sulle città” membro del Comitato Scientifico istituito presso il Ministero Francese dell’Ambiente sul tema: “Paysages, Territoires et Transitions”. Visiting professor alla Sorbona di Parigi e alla Tohoku di Sendai. Tra le pubblicazioni, alcune delle quali tradotte in varie lingue, si ricordano: L’arte del paesaggio (il Mulino, Bologna 2001), Il paesaggio è un’avventura (Feltrinelli, Milano 2005), Paesaggi del silenzio (Mimesis, Milano 2014),  The Art of the City, McGill-Queen’s UP, Montreal, Chicago, London, 2017.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.