Tra Leonardo e il Friuli? – Vidon

Alberto Vidon

Numerose testimonianze d’archivio illustrano l’attività di Leonardo in campo architettonico-militare: al suo noto impegno nell’ingegneria delle macchine, anche ad uso bellico, vanno infatti aggiunte le competenze come ingegnere militare nella pianificazione difensiva delle città, nella conformazione delle fortezze e nelle modalità di utilizzo delle artiglierie.
Un breve viaggio alla scoperta delle esperienze condotte sulle strutture fortificate nel ‘400 e ‘500 e della capacità innovativa dell’architettura militare leonardesca non può prescindere dal Friuli, territorio di confine tra Venezia e Impero, e dalle fortezze a difesa della “gran porta d’Italia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.